ITALIA, SIAMO LIBERI DI DECIDERE E DI COMPETERE ?

FORSE NON SIAMO LIBERI DI DECIDERE COME SOPRAVVIVERE…

Probabilmente non lo siamo perchè altrimenti un paese come l’Italia potrebbe tranquillamente prosperare e non solo

con le nostre bellezze, ricchezze artistiche, ma con le mille tipologie di attività che portiamo avanti con successo da infinite generazioni.

Se guardate le maggiori aziende nel mondo, operano in campi in cui all’Italia e all’Europa, non è ammesso entrare.

Credete che in Italia  non saremmo in grado di fare dei social media (come Instagram o Face Book), dei motori di ricerca come Google, degli smartphone, dei tv  a led o delle agenzie di rating? Potremmo citarne migliaia di prodotti che potremmo produrre meglio di Cinesi, Koreani e Americani, e loro lo sanno molto bene…

Potremmo infatti farlo benissimo e meglio di loro ovviamente (li abbiamo inventati in Olivetti i PC…).

Credete che in Italia, terra delle più alte eccellenze motoristiche al mondo (Ferrari, Lamborghini, Ducati, Maserati) non potremmo costruire al meglio le berline e i SUV con cui i marchi tedeschi inondano il pianeta e che costano ognuna come un appartamento?

Potremmo benissimo, abbiamo sia le tecnologie che la manodopera specializzata, oltre gli stabilimenti fatti a spese nostre.

Però nessuno lo fa, la Fiat è diventata FCA e si è spostata in Olanda per non pagare tasse qui e costruisce i suoi veicoli in Italia e nel Mondo a suo piacere a seconda dei soli profitti, quando noi li abbiamo mantenuti a leggi e finanziamenti a pioggia per decenni.

In ogni parte del mondo si vendono prodotti con nomi e loghi italiani per dare lustro e immagine di qualità, ma li producono all’estero e a noi non viene in tasca nulla.

I nostri migliori prodotti enogastronomici sono contraffatti in tutto il mondo e chi dovrebbe tutelarci (Unione europea???)…nulla.

In Italia ci sono milioni di disoccupati, ma ci dicono che dobbiamo prendere lavoratori stranieri. Ci dicono che gli stranieri fanno lavori che gli italiani non vogliono fare e poi li vediamo alle casse dei supermercati, a guidare i bus, alle reception degli hotel, ai tavoli dei ristoranti…ma come???

La Germania ha bisogno di operai e non è obbligata a prendere prima i cittadini europei che sono dispoccupati da Spagna o Italia..li va a prendere in Siria, in Turchia o in Africa. …ma come???

La Ferrari costruice 2 parchi divertimento a suo marchio e invece di farli in Italia e dare da lavorare ai nostri giovani e attirare turisti, dove li fa? Ad Abu Dabi e a Tarragona (vicino Barcellona), ma come???

Le aziende strategiche italiane sono state vendute a stranieri (Lamborghini, Ducati, Valentino), le squadre di calcio con una storia ultracentenaria e che raccolgono la passione sportiva di un popolo intero? vendute a Cinesi, Americani, Canadesi. Anche il buon Berlusconi che amava tanto il Milan se ne è disfato dicendo che meritava investimenti maggiori…abbiamo visto infatti che ennesima bugia era…

Fincantieri che è (per ora) azienda di Stato, subappalta il lavoro a piccole aziende private per la costruzione di navi, che utilizzano solo operai del Bangladesh che hanno portato via il lavoro agli italiani e che inondano di figli le scuole di Monfalcone dove ormai i bambini italiani nelle aule sono in nettissima minoranza e a cui genitori regaleremo una bella cittadinanza dopo soli 10 anni, anche se non parlano una parola di italiano e  (con le detrazioni fiscali che hanno) avranno solo preso e niente dato alla collettività.  Quelli che ci dovrebbero pagare le pensioni sono quelli a cui noi intanto paghiamo tutto e poi forse un giorno 2 bricciole le spartiranno anche con l’Italia (non accadrà mai).

Per finire abbiamo il più alto livello di tassazione in Europa e tra i più alti del mondo, i Cinesi aprono in Italia bar, centri massaggi e producono a Prato e Milano (ecco a cosa servono questi capannoni e magazzini…) gran parte del Made in Italy che poi rispediscono in Cina a fronte di bastimenti di cianfrusaglie tossiche che arrivano da noi e i nostri ragazzi col tatuaggino e la cresta alla moda (magari disoccupati), si sentono cittadini del mondo andando a mangiare Sushi (che sarebbe giapponese…) nei ristoranti cinesi dove ogni volta che fanno un controllo sanitario il 70% delle volte vengono chiusi per gravi carenze sanitarie.

Lo sapevate che i cinesi che aprono in Italia per 3 anni non pagano tasse per un accordo tra stati?

E poi paradisi fiscali a 2 passi da noi dove portare fiumi di denaro prodotti da evasione e concorrenza sleale (San marino, Montecarlo, Lussemburgo) o altri partner europei che praticano dumping tassativo come Irlanda, Cipro, Malta, olanda, UK.

Per finire con tutti i paesi dell’Europa dell’est, inondati da nostri soldi per poter entrare in Europa (e ospitare basi Nato), e arricchire i soliti finanzieri e industriali speculatori che hanno tolto le aziende qui per portarle in Romani, Polonia, Bulgaria togliendo lavoro agli italiani, ai francesi, agli spagnoli.

Non c’è nulla da fare, la finanza e la grande impresa sono sempre dei mostri ad altissima capacità speculativa. Non gli importerà mai se mettono in ginocchio popoli interi, ma i loro dirigenti e azionisti penseranno solo a come buttare il denaro guadagnato in lussi miliardari per loro stessi e le loro famiglie (che poi i media ci propinano di continuo e una marea di servi stupidi li adora pure o diventa un follower di uno che si lava i piedi con lo chamapagne da uno yacht con i soldi rubati a lui e al suo popolo…ma come si fa ad essere così dementi???

Vogliamo parlare di studenti universitari che si alureano con un enorme costo per lo Stato e poi si vendono all’estero al miglior offerente?

Oppure vogliamo parlare di grandi imprese italiane di pasta, vino, piastrelle etc etc che vendono tecnologia all’estero o aprono filiali all’estero fregandosene del lavoro che sotraggono al loro Paese e al loro popolo? Vedrete come gli passerà il rimorso in qualche villa o resort esclusivo..

ma con tutte queste ruberie e sabotaggi vi rendete conto che il nostro Paese è riuscito lo stesso a restare in piedi? Incredibile, ma con 3 mosse questa volta cadrà senza ombra di dubbio.

Eccole qui:

  • immigrazione e meticciamento
  • instupidimento del popolo italiano con Smartphone e social
  • perdita delle persone che si ricordano come eravamo e da dove venivamo (ogni giorno passano a miglior vita)

Vi rendete conto che quest’anno sono diventati maggiorenni i nati nel 2000, data del tracollo sociale e impennata della dittatura tecnologica?

La soluzione? semplice, provate a immaginarla…

Chi è casua del suo mal…pianga se stesso, mai parole hanno raccontato meglio la verità.

Lascia un commento